Labbra, Occhi, Viso, Zigomi

Trattamenti di acido ialuronico per la pelle del viso: una soluzione per ogni esigenza di bellezza.

Labbra, Occhi, Viso, Zigomi

Trattamenti di acido ialuronico per la pelle del viso: una soluzione per ogni esigenza di bellezza.

Grazie alla varietà delle sue formulazioni, l’acido ialuronico può trattare in modo specifico molti inestetismi del viso.

Il viso è come ci presentiamo al mondo. Avere lineamenti armonici e una pelle del viso giovane e luminosa ci aiuta nelle relazioni con gli altri e aumenta la nostra autostima. E se oggi stiamo meglio con noi stessi e con gli altri è anche merito dell’acido ialuronico. La comparsa nei primi anni ’80 degli iniettabili ha segnato un’autentica rivoluzione nei nostri rapporti con la medicina estetica. Da privilegio di pochi la bellezza è diventata diritto di tutti. Gli interventi con ricovero e lunghi tempi di recupero sono diventati trattamenti da fare in ambulatorio in pausa pranzo. E la paura di non piacersi sapendo di non poter più rimediare ha lasciato il posto alla soddisfazione di vedere i risultati subito e in ogni caso di poterli modificare senza alcun problema.

Quarant’anni di gel a base di acido ialuronico sono un periodo sufficiente per fare un bilancio e analizzare diversi utilizzi di quest’ultimo:

I trattamenti anti-invecchiamento

La ricerca ha dimostrato che le cellule epiteliali cominciano a rallentare la produzione di collagene, elastina e acido ialuronico già tra i 25 e i 30 anni. Ecco perché questi trattamenti sono consigliati per la prevenzione soprattutto in una popolazione giovane.

Il picotage

È un trattamento viso anti-age di minima invasività (in francese “picotage” significa “pizzicotto”). Il medico pratica una serie di microiniezioni a base di acido ialuronico a 2-3 millimetri di profondità nel derma papillare, lo strato superficiale del derma che è più ricco di cellule e risente maggiormente degli effetti nocivi dei raggi solari. La pelle risulta subito più giovane e luminosa.

La biorivitalizzazione

È un trattamento rigenerante anti-età che ha l’obiettivo di aiutare la pelle nella produzione di collagene ed elastina, ed è raccomandato a partire dai 30 anni, quando affiorano i primi inestetismi dovuti al cronoaging. Il medico pratica microiniezioni più profonde rispetto al picotage, , che interessano il derma reticolare, che è più povero di cellule e più ricco di fibre. All’acido ialuronico vengono generalmente aggiunti altri componenti attivi.

Gli interventi di rimodellamento, riempimento,
correzione degli inestetismi del viso

Grazie all’ampia gamma di tipologie di acido ialuronico reticolato oggi presente sul mercato, i filler possono trattare efficacemente quasi tutti gli inestetismi del volto, al punto da proporsi in molti casi come valide alternative al bisturi e ottenere effetti di “soft lifting”. Ecco le principali aree che possono essere trattate.

Trattamento ed eliminazione di rughe e solchi

Le rughe del viso non sono tutte uguali e necessitano di prodotti differenti.

Aumento del volume delle labbra

Sono da lungo passati i tempi delle labbra ipertrofiche (i cosiddetti canotti). Oggi i pazienti sono più esigenti e chiedono al medico estetico forme più naturali e consone alla tipologia del proprio volto. In questa operazione nessuna altra molecola può battere l’effetto dell’acido ialuronico.

Volumizzazione di zigomi e mento, ridefinizione del contorno del viso, riempimento di guance e tempie

Con l’avanzare dell’età gli zigomi perdono rilievo e di conseguenza il volto si appiattisce; le tempie si svuotano; avviene un riassorbimento osseo nella zona della mandibola con il risultato che il mento sfugge e l’ovale del volto cede. Sono casi in cui è richiesto un trattamento di face contouring e l’utilizzo di filler volumizzanti. È un tipo di filler che viene iniettato in profondità, per rimodellare e ripristinare i volumi sollevandoli dall’interno.

Innalzamento delle palpebre superiori e rimozione delle borse e delle occhiaie

Con il passare degli anni le zone della parte alta del viso (fronte, arcata sopraccigliare e palpebre superiori) si svuotano, perdendo il tessuto adiposo che le riempiva e cedono. Se si interviene ai primi segnali di cedimento, il filler a base di acido ialuronico può sostituire l’intervento chirurgico di blefaroplastica, ridonando tono al tessuto cutaneo. Il sopracciglio svuotato si risolleva e lo sguardo si riapre. Nella zona sotto orbitale l’acido ialuronico invece consente di far sparire borse e occhiaie.

Trattamento delle cicatrici depresse e degli esiti di acne e varicella

Un trattamento a base di acido ialuronico, seguito magari da un trattamento ablativo con il laser frazionato per asportare gli strati superficiali del tessuto, permette di livellare la superficie della cute. L’acido ialuronico stimola sia fibroblasti e cheratinociti e mentre rigenera la cute ne migliora la texture, riducendo la profondità delle cicatrici.

Correzione degli inestetismi del naso (rinofiller)

Se i problemi sono esclusivamente estetici e non funzionali il rinofiller può spesso sostituire la rinoplastica chirurgica. Il filler di acido ialuronico può essere iniettato in tre punti: alla radice del naso, per far scomparire la “gobba”; alla punta, per un naso all’insù; oppure sul dorso, nel caso del cosiddetto “naso a sella”, che presenta schiacciamenti o vuoti da riempire, anche lasciati da un precedente intervento di rinoplastica chirurgica riuscito male.

La durata dei risultati di un trattamento dipende anche da noi.

I filler di acido ialuronico di nuova generazione offrono un equilibrio ideale tra le esigenze dei pazienti e la durata dei risultati. È opportuno tuttavia ricordare che la durata degli effetti di un trattamento dipendono anche dalle nostre abitudini. Se per esempio ci idratiamo bene (dovremmo bere ogni giorno un litro di acqua per ogni 20 kg di peso corporeo), rallenteremo l’assorbimento dell’acido ialuronico da parte dell’organismo e il lavoro del nostro medico durerà più a lungo.

Al contrario, se ci esponiamo a un’eccessiva disidratazione, l’acido ialuronico verrà assorbito più velocemente. Meglio dunque non fumare, bere alcol con moderazione e non esporsi troppo ai raggi UV. E se ci piace lo sport, facciamo bene a praticarlo, ma dovremmo evitare di esporre l’organismo a tour de force troppo faticosi e disidratanti (per esempio le maratone). L’acido ialuronico ci insegna che l’equilibrio, nella salute e nella bellezza, è tutto.