Braccia, Corpo

Cos’è la lassità cutanea e a chi rivolgersi per risolvere questo inestetismo.

di Bruno Bovani, Specializzazione Medico Chirurgo

Braccia, Corpo

Cos’è la lassità cutanea e a chi rivolgersi per risolvere questo inestetismo.

Per i pazienti è un fastidioso inestetismo. Per gli specialisti un impegno complesso e delicato. Trattare la lassità cutanea è una delle grandi sfide della medicina estetica.

Dopo anni in cui il protagonista indiscusso dei trattamenti di medicina estetica è stato il viso, i pazienti hanno acquisito una maggiore consapevolezza del proprio corpo. All’origine di questo cambiamento c’è un bisogno di benessere psico-fisico e il desiderio di stare bene nella propria pelle, specie oggi che l’aspettativa di vita si è allungata. I pazienti, sia le donne che gli uomini, non sono più disposti a convivere con inestetismi e difetti, ma chiedono agli specialisti trattamenti e soluzioni tecnologiche sempre più innovative ed efficaci.

Quali sono le soluzioni per il corpo più richieste dai pazienti?

Le priorità sono più o meno le stesse per tutti. In genere la prima richiesta è la rimozione del grasso in eccesso. Subito dopo viene il riequilibrio di forme, linee e volumi nei punti in cui il corpo appare più carente: polpacci, glutei, e naturalmente il seno per le donne. Sono compiti che lo specialista gestisce con un uso saggio e sinergico di lipoaspirazioni e lipofilling.

La terza richiesta riguarda gli inestetismi della pelle. E uno dei problemi che emergono con più insistenza in quest’area è proprio la lassità. Per le donne il “tessuto molle e cadente” è una vera e propria ossessione e il loro unico desiderio è farlo sparire.

Cos’è la lassità?

Per lassità si intende la progressiva perdita di tono dei tessuti superficiali. È un fenomeno collegato all’impoverimento del collagene e alla drastica diminuzione della compattezza dei tessuti, determinata dall’allentamento delle fibre elastiche. I motivi in genere sono molteplici: forti dimagrimenti, diete non equilibrate, il fisiologico invecchiamento dei tessuti, la predisposizione genetica, le gravidanze.

Le aree maggiormente trattate per la lassità cutanea sono la regione interna delle braccia, l’addome, le ginocchia, l’interno cosce, i glutei.

Perché la lassità è tra gli inestetismi più complessi da trattare?

Rigenerare un tessuto, per contrastarne l’invecchiamento o per riparare i danni derivanti da un cattivo stile di vita, è un processo molto complesso. Non si tratta semplicemente di rimuovere qualcosa che è in eccesso, come avviene per l’eliminazione di un accumulo adiposo. Ma di attivare l’organismo ad autorigenerarsi. E per stimolare la produzione di nuove fibre di collagene (neocollagenesi) e di nuove fibre elastiche si rendono necessari approcci innovativi e nuovi strumenti tecnologici, su cui il settore biomedico oggi sta concentrando gran parte dei propri sforzi.

A quale specialista è meglio rivolgersi?

Per le caratteristiche che ho indicato il trattamento della lassità cutanea rientra di diritto nella Medicina Rigenerativa Tissutale, che è una delle branche più innovative e stimolanti della medicina moderna. Ma sono diversi gli specialisti a cui è possibile rivolgersi: i chirurghi plastici, i dermatologi e i medici estetici. Ciascuno, in base alle proprie competenze, è in grado di proporre trattamenti utili e innovativi. Tenendosi costantemente aggiornati, perché la ricerca propone ogni giorno nuove soluzioni.

Dott. Bruno Bovani

Specializzazione Medico Chirurgo